“Salve sancte pater” questo è l’inizio di un inno molto bello che i frati da secoli cantano in onore di San Francesco. Nel testo si legge che S. Francesco è splendore della patria, forma di vita, specchio di virtù, via di rettitudine. Non è però una lode solo per il santo, ma è una preghiera cantata con cui misurare la propria vita e la propria fede con quella del Poverello, chiedere a questo Fratello già santo di condurci su una via buona che porti al cielo. Allora sia per noi oggi un giorno di lode in cui ringraziare Dio di vero cuore per essere figli della Chiesa e francescani.